Descrizione del progetto

falcon

OTTIMIZZAZIONE DELLA PROGETTAZIONE DI PRODOTTI/SERVIZI INNOVATIVI ORIENTATA AL CLIENTE

Il progetto FALCON mira a distribuire esperienze utente e dati utente raccolti tramite Internet of Things (IoT) e social media per il miglioramento dei sistemi di servizio prodotto (PSS). I clienti non svolgono più un ruolo passivo nel processo di sviluppo di prodotti e servizi in quanto esprimono le loro esperienze e opinioni sui prodotti e sui servizi attraverso i social media. Inoltre, i sistemi di sensori in combinazione con prodotti integrati nell’IoT stanno diventando sempre più comuni.

IL PROGETTO

Le potenziali quantità infinite di informazioni disponibili offrono un terreno fertile per la creazione di valore nella catena di innovazione dei servizi di prodotto. Di conseguenza, FALCON svilupperà una piattaforma Virtual Open per connettere perfettamente le informazioni sull’utilizzo dei servizi di prodotto ai processi di progettazione e sviluppo.

I risultati del progetto FALCON sono stati validati in quattro scenari aziendali:

  • elettrodomestici
  • apparecchiature mediche
  • industria tessile
  • prodotti high tech

CONSORZIO

Un gruppo di ricerca consolidato con un rinomato profilo accademico e industriale.

  • Arçelik A.Ş. (Turchia). Arçelik è la società di progettazione e produzione di apparecchiature per beni durevoli di consumo, elettronica di consumo e tecnologie dell’informazione di Koç Holding. Arçelik; fondata nel 1955; è il terzo e il sesto produttore di elettrodomestici rispettivamente in Europa e nel mondo. Arçelik ha 14 stabilimenti di produzione in Romania, Russia, Cina, Sud Africa e Turchia e ha 20 società di vendita e marketing in tutto il mondo. Arçelik serve i suoi clienti in più di 100 paesi con diversi marchi come Arçelik, Beko, Grundig, Blomberg, Defy, Elektra Bregenz. Arçelik riconosce che la realizzazione sostenibile non è possibile senza investimenti in ricerca e sviluppo. Pertanto, Arçelik sta investendo fortemente in ricerca e sviluppo; dispone di 7 centri di ricerca e sviluppo con oltre 1000 dipendenti e laboratori di prova completamente attrezzati ed è il principale produttore turco di tecnologia e brevetti. Arçelik possiede più del 10% dei brevetti prodotti in Turchia negli ultimi tre anni ed è l’unica azienda turca nell’elenco dei primi 500 richiedenti di brevetto dell’Organizzazione mondiale della proprietà internazionale. Arçelik collabora con università, fornitori, organizzazioni di ricerca e istituti di ricerca locali e internazionali nello svolgimento delle sue attività di ricerca e sviluppo e partecipa attivamente a EUREKA e ai programmi quadro dell’UE dal 1993. I centri di ricerca e sviluppo di Arçelik hanno competenze sui propri prodotti e sulle discipline ingegneristiche che sono correlati alle funzioni di progettazione del prodotto, ai sistemi di produzione e consegna come la catena di fornitura, la gestione della produzione e i sistemi logistici.
  • BIBA – Bremer Institut für Produktion und Logistik GmbH (Germania). BIBA (Bremen Institute for Production and Logistics) è un istituto di ricerca ingegneristica che sviluppa soluzioni tecniche e organizzative per compiti provenienti da varie aree della tecnologia di produzione e da altre discipline scientifiche correlate e le mette in pratica sia nelle PMI che nelle società multinazionali. L’istituto è direttamente collegato all’Università di Brema, Facoltà di tecnologia di produzione. L’unità di ricerca “Applicazioni ICT per la produzione (IKAP)” prepara, sviluppa e realizza metodi e strumenti per supportare reti di imprese cooperative e interorganizzative. La ricerca si concentra su processi di progettazione e produzione collaborativi efficienti ed efficaci applicando tecnologie innovative dell’informazione e della comunicazione (TIC). L’unità di ricerca IKAP è suddivisa in tre dipartimenti, di cui il dipartimento Intelligent ICT for Co-operative Production è coinvolto nel FALCON IP. Si occupa dell’applicazione dell’ICT per sviluppare e implementare reti cooperative. In questo contesto, si considera l’acquisizione, la fornitura e la trasformazione delle informazioni relative al processo e al prodotto. Queste informazioni vengono utilizzate per integrare prodotti reali con le loro rappresentazioni digitali durante il loro ciclo di vita del prodotto. I risultati attesi del progetto sono conformi alla strategia centrale a lungo termine della BIBA. Le soluzioni basate sulle TIC verranno utilizzate per migliorare le competenze, nonché potenziare e distribuire tecnologie e metodi elaborati internamente, in particolare l’ingegneria basata sulla conoscenza (KBE), i sistemi PLM e l’acquisizione di conoscenze.
  • DATAPIXEL (Spagna). DATAPIXEL nasce nel 1999 con l’obiettivo di progettare, sviluppare e realizzare sistemi e soluzioni nel campo della visione artificiale e della metrologia dimensionale in applicazioni industriali e professionali. Gli sviluppi di DATAPIXEL sono guidati dal mercato e forniscono prodotti di fascia alta a settori come quello automobilistico, elettronico, energetico, ferroviario o aeronautico. DATAPIXEL fornisce soluzioni di ispezione dimensionale 3D, metrologia virtuale, ispezione in linea e sistemi di guida robot tramite il suo sensore OPTISCAN, il miglior sensore dimensionale senza contatto nel suo genere, non solo per accuratezza o ripetibilità, ma anche maneggevolezza e versatilità. DATAPIXEL detiene la Presidenza di EMVA (European Machine Vision Association) e ha collaborato attivamente allo sviluppo dell’Agenda di ricerca strategica della piattaforma tecnologica Photonics 21, dove svolge un ruolo chiave. DATAPIXEL fa anche parte del gruppo di esperti di micro e nanotecnologie istituito dalla CE nel settore della metrologia. Il catalogo di prodotti e servizi DATAPIXEL è formato da: sensori ottici 3D. DATAPIXEL progetta, produce e commercializza sensori ottici 3D ad alta precisione e ad alta velocità per micro e nanometri 3D e digitalizzazione. Sistemi di controllo e gestione di nuvole di punti 3D: DATAPIXEL progetta e sviluppa controlli di sensori ottici e sistemi di gestione delle informazioni di nuvole di punti 3D altamente flessibili per l’integrazione in configurazioni di digitalizzazione e misurazione complete. Software di analisi della nuvola di punti 3D: DATAPIXEL sviluppa moduli di acquisizione ed elaborazione dei dati della nuvola di punti 3D per l’estrazione automatizzata di elementi geometrici, l’analisi del profilo e della superficie. DATAPIXEL ha partecipato ai seguenti progetti di ricerca e sviluppo: SCALAB (EC MNT 2010-2012): il progetto SCALAB mira allo sviluppo di soluzioni scalabili per l’automazione del microassemblaggio 3D di prodotti complessi in fotonica con le massime esigenze di precisione. NanoCMM (FP6-NMP 2006-2011): L’obiettivo principale di questo progetto è sviluppare una macchina di misura a coordinate universale che potrebbe essere in grado di misurare la maggior parte delle geometrie 3D su scala micro e nano, inclusi buchi interni, ripidi e dietro ostacoli. FLEXPAET (FP6-NMP 2008-2011): L’obiettivo principale del progetto è sviluppare un processo di produzione per replicare micro-strutture in substrati di grandi aree, con l’obiettivo di migliorare l’uso del LED come principale fonte di luce per una gamma di prezzi bassi , risparmio energetico e prodotti di illuminazione ad alta efficienza.
  • Dena Cashmere (Italia). Dena Cashmere è una piccola azienda italiana che opera nel settore dell’abbigliamento di prodotti totalmente Made in Italy. Dena cashmere sceglie con cura il meglio delle aziende manifatturiere italiane per individuare cashmere, maglie in misto cashmere e lana e abiti di alta qualità che soddisfino le richieste più esigenti dei nostri clienti. I capi in cashmere vengono progettati, sviluppati e modificati internamente, prima di essere prodotti presso terzisti. La proprietà, grazie a studi in materia durante esperienze di studi di Ingegneria, ha sempre operato con l’intento di guidare la filiera verso l’effettiva domanda del cliente finale, portando produttori e terzisti a minare progressivamente le procedure e le consegne del settore tradizionale. Inoltre, sono in corso studi sulla possibilità di garantire la qualità dei processi produttivi dell’abbigliamento attraverso tecnologie innovative come l’RFID e il web.
  • EPFL – Istituto Federale Svizzero di Tecnologia a Losanna (Svizzera). Lo Swiss Federal Institute of Technology di Losanna (EPFL) è uno dei due Swiss Institutes of Technology, che istruisce più di 7000 studenti in tutte le discipline ingegneristiche e partecipa a numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali in tutti i settori dell’ingegneria. Il Computer Aided Design and Production Laboratory (LICP) dell’Istituto di Ingegneria Meccanica dell’EPFL è coinvolto in vari progetti di ricerca fondamentale e applicata nella produzione sostenibile in collaborazione con partner industriali svizzeri ed europei. La missione di LICP è (i) migliorare lo sviluppo sostenibile dei prodotti, (ii) aumentare la produttività dei sistemi di produzione e (iii) ottimizzare il funzionamento dei sistemi di recupero del prodotto. Le sfide rilevanti di LICP per i sistemi di produzione di prossima generazione saranno (a) in grado di ottimizzare la produzione in base a criteri multipli quali rapidità, precisione, efficienza e impatto ambientale, (b) ridurre il tempo di ciclo e quindi aumentare la produttività di un ordine di grandezza, ( c) essere estremamente ecologici e puliti, in grado di operare in un “ambiente pulito”, assicurando circuiti chiusi per tutti i rifiuti.
  • Holonix S.r.l. (Italia). Holonix è uno spin off del Politecnico di Milano. L’azienda fornisce soluzioni ICT avanzate basate sui risultati della ricerca delle ricerche universitarie. Il suo personale proviene principalmente da società di consulenza e ha esperienza nell’implementazione di ICT industriali, mentre il collegamento con la RST è garantito da ricercatori senior in possesso di un dottorato di ricerca. dal Politecnico di Milano. Holonix si concentra sul Lifecycle Data and Knowledge Management e la sua soluzione principale è la piattaforma “i-LiKe” (intelligent Lifecycle data and Knowledge), che sintetizza le esperienze e le idee degli ultimi 8 anni di ricerca del Politecnico sul Product Lifecycle Management. Architettonicamente si basa sui risultati di diversi progetti europei, mentre algoritmi di intelligenza e DSS derivano dalle esperienze nelle ricerche industriali svolte al Politecnico di Milano. La piattaforma è composta da più moduli, quindi l’intera piattaforma può essere facilmente personalizzata e soddisfare le diverse esigenze di diversi clienti come, ad esempio, fornitori di logistica, società di produzione e società di gestione patrimoniale.
  • I-Deal S.r.L. (Italia). i-Deal S.R.L. è lo sviluppo in forma di corporation delle attività autonome, con più di 15 anni di esperienza nel business e nella ricerca nel campo dell’informatica, dell’abbigliamento e della ricerca dei suoi fondatori E.Alessandro Canepa e Stefano Fasana. E ‘stato costituito nella forma attuale con decreto legge dell’ottobre 2012 del governo Monti per sostenere le nuove attività di innovazione in Italia, in linea con le politiche comunitarie in materia di sviluppo della nuova imprenditorialità. L’attività aziendale è focalizzata su un know how originale dell’azienda, che unisce una profonda conoscenza del business tessile e dell’abbigliamento, in particolare nei campi di ricerca della produzione, energia, gestione e interoperabilità da un lato e dell’informatica, matematica e organizzazione del altro. L’esperienza imprenditoriale è stata arricchita da una lunga partecipazione ai progetti finanziati dalla CE dei suoi fondatori. i-Deal ha inoltre sviluppato e sta testando un originale e specifico know how nei sistemi a supporto della vendita di abbigliamento on line, ed in particolare una soluzione innovativa per abbinare taglie e misure dei consumatori per ottimizzare la scelta dei consumatori. Precedenti esperienze di ricerca ed impresa in collaborazione con importanti gruppi industriali (Zegna, Corneliani), e-commerce (Vente Privee, BuyVip, Privalia, Born4Shop, Yoox), information technology (TXT e-solutions, Intel) ed enti pubblici (Commissione Europea, Italia Prime ministry Agency for Innovation Development, Textile Innovation Pole, DITF Germany, Euratex) fanno parte del background del personale chiave di i-Deal.
  • ISADEUS (Francia). ISADEUS (Innovation Strategy And Digital Engineering Using Semantics), aiuta le aziende industriali nella loro strategia digitale e nella progettazione e implementazione di soluzioni innovative basate sull’uso di standard industriali e tecnologici per soddisfare al meglio le loro esigenze di business lungo tutto il ciclo di vita dei loro asset. ISADEUS ha attualmente attività nei settori del petrolio e del gas, dell’energia e dei processi per creare Biblioteche di dati di riferimento per consentire il lavoro collaborativo e la conservazione delle conoscenze a lungo termine. ISADEUS supporta le aziende nel follow-up delle attività di standardizzazione per l’integrazione dei dati e l’interoperabilità delle applicazioni.
  • Philips Healthcare (Paesi Bassi). Royal Philips Electronics è una delle principali società di elettronica che si occupa di assistenza sanitaria e benessere. Nell’assistenza sanitaria, l’innovazione di Philips ruota attorno al miglioramento della qualità e dell’efficienza dell’assistenza sanitaria concentrandosi sui cicli di assistenza. Al centro del pensiero del ciclo di cura è un approccio incentrato sul paziente che ottimizza l’erogazione dell’assistenza sanitaria per tutte le principali malattie. Nel settore Philips Healthcare (PH), oltre il 12% delle vendite di sistemi è investito in ricerca e sviluppo. Philips combina la sua esperienza nella tecnologia medica con il know-how clinico dei suoi clienti per produrre soluzioni innovative che soddisfano non solo le esigenze dei singoli pazienti, ma che consentono anche agli operatori sanitari di lavorare più velocemente, più facilmente e in modo più economico. Sebbene PH abbia una grande organizzazione globale, nei Paesi Bassi più di 3000 persone lavorano in PH, di cui 1000 in R&S. A PH in Best la Business Innovation Unit ICAP è coinvolta in FALCON. ICAP è l’acronimo di Imaging Clinical Applications and Platforms. ICAP è stato creato nel giugno 2010 per soddisfare le esigenze dei nostri clienti che chiedono soluzioni che forniscano loro un cockpit di applicazioni cliniche integrate e informazioni a cui possono accedere in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. In questo momento, ICAP sta accelerando lo sviluppo delle nostre workstation e piattaforme e si avvale di un team di oltre 4300. I team lavorano insieme per fornire una soluzione di portale per spazi di lavoro leader e fornire le migliori console integrate e piattaforma applicativa per Philips Healthcare.
  • algoWatt SpA (Italia). algoWatt progetta, sviluppa e integra soluzioni per la gestione dell’energia e delle risorse naturali, in modo sostenibile e socialmente responsabile, garantendo un vantaggio competitivo.
    La Società fornisce sistemi di gestione e controllo che integrano dispositivi, reti, software e servizi con un chiaro focus settoriale: energia digitale e servizi pubblici, città intelligenti e imprese e mobilità verde.
    algoWatt nasce dalla fusione di TerniEnergia, azienda leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’ambiente, e Softeco, fornitore di soluzioni IT con oltre 40 anni di esperienza per clienti operanti nei settori energetico e industriale. e trasporti.
  • TU Delft – Delft University of Technology (Paesi Bassi). Attraverso la sua ricerca, il Dipartimento di Ingegneria del Design (DE) presso la Facoltà di Ingegneria del Design Industriale (IDE) della Delft University of Technology (TU Delft) mira a esplorare nuovi prodotti tecnologici, sviluppare principi di implementazione e potenziali domini applicativi innovativi per smart beni di consumo durevoli che si basano su tecnologie onnipresenti e cyber-fisiche. I progetti di ricerca condotti sul personale, Ph.D. e M.Sc. i livelli affrontano sia la comprensione disciplinare nell’esplorazione delle offerte tecnologiche che la conoscenza operativa per l’integrazione delle tecnologie e l’innovazione di prodotti e prodotti-servizi basati su tecnologie informatiche intelligenti e onnipresenti. La facoltà IDE della TU Delft è una delle più antiche e grandi del mondo; ha un ruolo di primo piano nello sviluppo della disciplina. Oltre 5.000 ingegneri si sono laureati presso la Facoltà dalla sua fondazione nel 1969. La Facoltà è anche leader nel campo della ricerca sul design, con più di 100 ricercatori. La ricerca condotta è incentrata sull’utente e orientata al design. I risultati attesi del progetto supportano l’obiettivo finale di DE di soddisfare le richieste sociali, economiche e di sostenibilità comuni. I metodi e gli strumenti risultanti rafforzeranno le capacità di DE di supportare i progettisti e le aziende nello sviluppo di prodotti incentrati sull’utente in cui il valore aggiunto dell’ubiquità informatica e della tecnologia dei sistemi cyber-fisici viene sfruttato in modo ottimale.
  • UBITECH (Grecia). UBITECH è un’azienda leader e altamente innovativa, fondata per fornire soluzioni tecniche intelligenti all’avanguardia e servizi di consulenza ad aziende, organizzazioni e governo al fine di consentire l’accesso e la comunicazione efficienti ed efficaci con varie informazioni e servizi eterogenei, sempre e ovunque. UBITECH consente l’elaborazione di informazioni valide in tempo reale e il processo decisionale, la realizzazione di ambienti aziendali intelligenti e transazioni B2B e B2C fornendo soluzioni orientate e basate sul business ad alto valore aggiunto. Per quanto riguarda le iniziative di ricerca co-finanziate europee e nazionali, UBITECH ha partecipato con successo ed è attualmente coinvolta nei seguenti progetti: a) il progetto SEMANTIX Eurostars (implementazione dell’infrastruttura semantica della piattaforma di interoperabilità semantica); b) i progetti GRANATUM ICT, Linked2Safety ICT e Linked2Media Research for PMI Associazioni in cui UBITECH partecipa come integratore e intende lavorare nell’applicazione delle tecnologie Semantic Web e Linked Data, nonché nella creazione di ambienti di lavoro collaborativo sociale; c) il progetto DCA CIP-PSP a cui UBITECH partecipa come fornitore di tecnologia e svilupperà un annotatore semantico per i metadati dei contenuti culturali digitali; e d) il progetto integrato LinkedDesign FoF-ICT, in cui UBITECH partecipa attivamente e conduce attività semantiche, di interoperabilità e di ingegneria del software.
  • Mews Partners (Francia). Mews Partners è una società di consulenza gestionale indipendente che da 20 anni si dedica al miglioramento delle prestazioni operative dei propri clienti. Mews Partners combina esperienza nella catena del valore (innovazione, ricerca e sviluppo, MRO e servizi, gestione), metodologia (trasformazione snella, governance IT) e valori umani (vicinanza al cliente, spirito di squadra) per fornire risultati tangibili. Mews Partners ha sviluppato una competenza riconosciuta in PLM (Product Lifecycle Management) e Lean Engineering / Lean Product Development. Mews Partners ha un’ampia conoscenza di diversi settori industriali: aerospaziale e difesa, automobilistico, energia e servizi, attrezzature industriali, vendita al dettaglio e beni di consumo. Mews Partners è una società di consulenza gestionale indipendente di circa 80 consulenti dediti al miglioramento dell’eccellenza operativa. L’azienda è cresciuta costantemente dalla sua creazione nel 1992 e ha registrato un fatturato di 15 M € nel 2015. Nel corso della sua crescita, la nostra azienda ha sempre mantenuto un focus su un valore fondamentale: lo spirito di squadra, sia internamente tra colleghi, sia esternamente nel nostro rapporti con i nostri clienti. Oggi apprezzano quanto noi questo marchio, che facilita l’instaurazione di rapporti di fiducia, un forte impegno per i cambiamenti raccomandati e un coinvolgimento duraturo negli sforzi di implementazione. Mews Partners era un partner in progetti di ricerca europei e francesi: (1) ENHANCE, responsabile dell’attività di gestione dei dati; (2) CRESCENDO & SIMID, responsabile delle implementazioni di tecnologie semantiche. dati. Mews Partners propone anche un’offerta per l’eccellenza dell’innovazione: (1) Strategia dell’innovazione: come anticipare l’evoluzione futura delle tecnologie e dei mercati e avere successo con progetti dirompenti creando e catturando valore; (2) Gestione dell’innovazione: come migliorare il processo di innovazione per renderlo robusto e ripetibile.

SINOSSI

SITO DI PROGETTO

www.falcon-h2020.eu

COORDINATORE

BIBA

PROGRAMMA

Horizon 2020

DATA DI INIZIO

Gennaio 2015

DURATA

36 mesi

FLYER
FALCON
982.15 KB
1051 downloads

GALLERY