Descrizione del progetto

prince

PRemialità e INCEntivi per il cambiamento modale

prince

PRINCE ha come obiettivo generale la definizione ed implementazione di politiche integrate d’incentivo, fidelizzazione, premialità e scontistica legate all’utilizzo di modalità di trasporto sostenibili per gli spostamenti effettuati in ambito urbano per motivi di studio (a livello di scuola dell’obbligo, scuola superiore o università).
Il target è l’utenza con caratteristiche di spostamento eterogenee e che necessita di un mix di politiche differenti, adeguate alle diverse tipologie e possibilità di trasporto, e capaci di considerare in maniera integrata sia il trasporto pubblico sia altre modalità di trasporto sostenibile (ciclabilità, pedonalità, bike o car sharing … ).

IL PROGETTO

Sulla tematica delle politiche di incentivo e scontistica, a livello italiano ed europeo esistono solamente alcune esperienze puntuali.

Perché focalizzarsi su politiche di incentivo e premialità?
Al fine di ottenere riduzioni significative delle emissione di sostanze inquinanti e dei consumi energetici legati al mondo del trasporto, il singolo cittadino deve adottare un diverso comportamento per soddisfare le sua necessità di spostamento, prevedendo quindi o un differente modo di trasporto o la sostituzione e/o soppressione di alcuni viaggi.
Tuttavia, il cambiamento delle abitudini di mobilità non è un processo semplice e solitamente esso viene forzato attraverso l’introduzione di politiche restrittive quali, ad esempio, i divieti di circolazione o la tariffazione degli accessi o della sosta.
Un nuovo modo di intendere la mobilità cittadina, secondo alcuni recenti studi nell’ambito di progetti a livello europeo, prevede invece il ricorso a politiche di incentivo come leva per la sostenibilità: è probabile infatti che un adeguato mix tra politiche tariffarie, incentivi monetari o in natura, possa rappresentare per il cittadino uno stimolo sufficientemente forte per ridurre di una percentuale significativa il chilometraggio direttamente effettuato in ambito urbano o per passare ad altri modi di trasporto.

Nello specifico, le azioni previste dal progetto sono riferibili a due macro-aree di intervento:
a) implementazione di politiche di fidelizzazione all’uso di modalità di trasporto a basso impatto ambientale
b) implementazione di politiche di incentivo per il cambiamento modale ognuna delle quali dovrà declinare un insieme di schemi di applicazione dettagliati secondo le specificità dell’utenza target.

CONSORZIO

La partnership è un mix di stakeholder pubblici e privati, che comprende autorità locali, partner accademici, fornitori di servizi e aziende private:

  • Il Comune di Genova (CDG) coordina il progetto e garantisce il rispetto degli obiettivi del progetto.
    CDG definirà e attuerà i piani di incentivazione e ricompensa in collaborazione con i partner, predisporrà gli opportuni accordi con gli stakeholder e le terze parti che saranno coinvolte, curerà lo sviluppo dei sistemi tecnologici e le fasi di comunicazione e monitoraggio.
  • Mobility and Transport Company (AMT) è una società partecipata al 100% dal Comune e gestisce il servizio di trasporto pubblico locale della città. AMT cura gli aspetti legati alle politiche di fidelizzazione e agli incentivi legati al trasporto pubblico.
  • Genova Parcheggi (GEPARK) è una società partecipata al 100% dal Comune e gestisce i servizi di parcheggio su suolo pubblico e bike sharing. GEPARK si occupa degli incentivi per il bike sharing e il parcheggio.
  • L’Università degli Studi di Genova (UNIGE), svolge un ruolo centrale nello sviluppo e nell’applicazione di schemi di incentivazione / ricompensa per gli studenti universitari.
  • Genova Car Sharing (GCS) è l’operatore del servizio di city car sharing. GCS si occupa degli incentivi legati al car sharing, oltre a supportare CDG nelle attività di comunicazione.
  • Quaeryon (QRY) è una società di consulenza privata, già partner del Comune del progetto MOVEUS e comproprietaria dei diritti di proprietà intellettuale del modello e del software degli incentivi positivi. QRY supporta CDG e AMT nella definizione e implementazione delle politiche di premi e incentivi e conduce l’analisi del modello di business e della sostenibilità economica
  • algoWatt (AlgoWatt), già partner con CDG e QRY nel progetto MOVEUS e co-titolare dei diritti di proprietà intellettuale del modello e software di incentivi positivi, si occupa in particolare dello sviluppo di strumenti tecnologici a supporto degli schemi e delle politiche implementate.

SINOSSI

COORDINATORE

algoWatt SpA

PROGRAMMA

Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro; Legge n. 221 del 28/12/2015 – Art. 5: Disposizioni per incentivare la mobilità Sostenibile.
Programma Operativo di dettaglio (POD). Ministero dell’ambiente.

DATA DI INIZIO
DURATA

36 mesi

GALLERY