Descrizione del progetto

fishscale

Informazioni alimentari e salvaguardia dell’habitat: un approccio al consumo sostenibile negli ambienti locali

fishscale

La pesca accessoria è l’abitudine dei pescatori di scartare un certo numero di specie commestibili dopo la cattura in considerazione del loro basso valore commerciale, a causa della concentrazione della domanda commerciale su un numero relativamente basso di specie, per lo più note ai consumatori.

IL PROGETTO

Tale abitudine al giorno d’oggi implica un grande spreco di risorse ittiche (fino a oltre il 60% delle catture), una seria minaccia per la biodiversità e una causa di esaurimento degli stock ittici.

Il progetto FISH SCALE intende stimolare il cambiamento degli atteggiamenti dei consumatori aumentando la conoscenza e l’apprezzamento delle specie trascurate (principalmente locali), attivando un circolo virtuoso aumentando la loro domanda e valore commerciale e contribuendo così a ridurre gli scarti di pesce e preservare la bio marina -diversità.

In dettaglio, FISH SCALE intende:

  • ridurre localmente i rigetti di pesce fornendo almeno il 15% delle specie aggiuntive al mercato della distribuzione e del catering, contribuendo così a ridurre i rigetti di pesce, diminuire la pesca eccessiva di specie mirate e proteggere le risorse marine e la biodiversità marina;
  • aumentare la domanda commerciale di ulteriori specie per avviare un circolo virtuoso che renda proficuo l’utilizzo di queste catture per i pescatori, la distribuzione commerciale e i consumatori;
  • attivare il circolo virtuoso attraverso:
      -campagne informative e di comunicazione a livello locale e nazionale rivolte ai consumatori finali e agli attori della filiera, dalla produzione al consumo,
      -dimostrazione ai consumatori che il consumo di tali specie è semplice e soddisfacente e porta ad un notevole risparmio economico, e
      -fornitura di consumi e opportunità di acquisto facilmente accessibili ai consumatori con il supporto della grande distribuzione.
  • sensibilizzare i distributori locali e gli operatori economici (inclusi ristoranti, hotel, ecc.) alla promozione e al consumo di specie meno conosciute attraverso la realizzazione di eventi, seminari e laboratori per pubblici specifici;
  • creare una rete nazionale che riunisca gli operatori del settore, le istituzioni locali, i consumatori domestici, la grande distribuzione, la ristorazione e gli operatori turistici per promuovere ed estendere l’approccio del progetto a livello nazionale;
  • promuovere il cambiamento delle abitudini dei consumatori nel lungo periodo attraverso campagne educative rivolte ai giovani per migliorare la conoscenza del gusto e delle problematiche del consumo sostenibile.

Verranno trasmessi i seguenti messaggi:

  • il sovrasfruttamento delle risorse marine è dovuto principalmente alla pesca eccessiva di poche specie molto richieste sul mercato, che causano direttamente il rigetto di alcune specie commestibili.
  • è necessario aumentare l’uso di specie meno conosciute, salvaguardare la biodiversità marina e ridurre la pressione sugli stock ittici bersaglio;
  • l’uso di tali specie trascurate è possibile, soddisfacente e semplice come per la maggior parte delle specie comunemente conosciute per i consumatori;
  • se esiste la pesca sostenibile può rappresentare un’opportunità di crescita economica in settori specifici e secondo metodi adeguati. È possibile impostare un’offerta commerciale per soddisfare la richiesta di una nuova domanda dei consumatori supportata da azioni di promozione.

SINOSSI

SITO DI PROGETTO

www.fishscale.eu

COORDINATORE

algoWatt.com

PROGRAMMA

LIFE+
Information and Communication

DATA DI INIZIO
DURATA

24 mesi

FLYER

GALLERY